Gambe gonfie d’estate: consigli e trucchetti anticaldo

Uno dei problemi più comuni e democratici che possono capitare d’estate sono le gambe gonfie e pesanti. L’incremento delle temperature e l’esposizione al sole, sebbene siano, almeno in parte, fattori salutari per il nostro corpo diventano insieme all’ insufficienza venosa, le principali responsabili del ristagno di sangue venoso nelle gambe. 5 donne su 10 soffrono di problemi di circolazione venosa durante la bella stagione ma questo disturbo affligge sempre più gli uomini. Oltre che una sensazione, il gonfiore agli arti inferiori può provocare senso continuo di stanchezzaformicoliiedemi e dolore.

Fortunatamente basta seguire pochi e semplici consigli per migliorare la circolazione ed avere gambe più leggere! Ecco quello che si può fare evitando di prendere farmaci.

Alimentazione

Il problema delle gambe pesanti e gonfie si può combattere prima di tutto a tavola. È fondamentale inserire nella dieta quotidiana alimenti ricchi di magnesio, come i legumi, i cereali integrali, le verdure a foglia verde, la frutta a guscio, il latte, la carne bianca o il pesce. Tutti aiutano a diminuire la ritenzione idrica, implementando la circolazione periferica. Ridurre anche le quantità di sale, uno dei principali responsabili del ristagno dei liquidi è sicuramente un’altra buona idea. E’ una questione di abitudine, i cibi sono buoni anche con pochissimo sale! Inoltre, è importantissimo bere sempre almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno. L’acqua aiuta a diluire il sodio, a disintossicare l’organismo mantenendolo idratato.

Vita sedentaria e gambe gonfie, iniziamo a muoverci

Evitare uno stile di vita troppo sedentario, che spesso porta al ristagno dei liquidi, è uno di quei piccoli cambiamenti che dobbiamo attuare. Se riusciremo a metterlo in pratica con costanza, ci permetterà di godere non solo di gambe sgonfie e leggere ma anche di tantissimi altri benefici dovuti al movimento e nessuno ci fermerà più. Si può cominciare effettuando lunghe passeggiate e preferendo sempre le scale all’ascensore. D’estate, la passeggiata in acqua è inoltre particolarmente consigliata alle donne che soffrono di questo disturbo, grazie ai suoi effetti tonificanti e defaticanti. In questa stagione, mi sembra la scusa migliore per andare al mare ogni volta che possiamo!

Non rimanere seduti per troppo tempo

Rimanere seduti a lungo rallenta la circolazione del sangue, un fattore che comporta un ristagno dei liquidi, non restate seduti per troppo tempo, muoversi anche poco, contribuirà ad allievare quel senso di gonfiore e pesantezza delle gambe. In spiaggia, non rimanete sullo sdraio a lungo, alternate momenti di relax con lunghe camminate sul bagnasciuga. Se invece siete costretti per tanto tempo davanti al computer, ricordatevi di mantenere una posizione corretta: piedi paralleli e ben appoggiati al pavimento e ogni trenta minuti, alzatevi in piedi e rimaneteci per almeno qualche minuto. Mai gambe incrociate!

Evitare i vestiti stretti e i tacchi troppo alti o troppo bassi

Prediligete gli abiti larghi ed ariosi ed evitate i vestiti e i tessuti pesanti o eccessivamente attillati. Evitate cinture gonne e jeans aderenti, fate a meno dei jeans skinny! Dite NoGrazie a tutte le varie tipologie di abiti che comprimono cosce e polpacci e limitate l’uso dei tacchi troppo alti o troppo bassi. Preferite un’altezza variabile da 2 a 5 cm. Lo so che state pensando che il tacco altezza 2/5 cm è da anziana professoressa di matematica ma quotidianamente userete altezze medie mentre occasionalmente vi rifarete con un bel tacco 12 o quasi!

Rimedi naturali e fitoterapici contro le gambe gonfie

Tra i rimedi naturali più efficaci c’è l’ippocastano. I semi di quest’albero funzionano in maniera ottimale nel rinforzare la parete dei vasi sanguigni, aumentandone l’elasticità e la resistenza, alleviando così i disturbi circolatori degli arti inferiori e anche la ritenzione idrica. In natura, esistono anche dei principi vasoprotettori come il mirtillo nero e la vite rossa, quest’ultima è anche antiossidante. Altri rimedi vegetali, ricordiamo il rusco o pungitopo e il ginkgo biloba
Molte di queste piante essiccate, oltre ad essere ingredienti attivi nei prodotti cosmetici dedicati a gambe stanche e caviglie gonfie, sono anche disponibili come integratori, da assumersi per bocca. Spesso associati tra loro nelle diverse preparazioni cosmetiche, contengono princìpi attivi, come i flavonoidi, presenti anche in molti cibi di uso comune. Una tazza di frutti di bosco, un kiwi, un pompelmo rosa od una spremuta di agrumi, è l’ideale per fare il pieno di queste sostanze. In poche parole, sì possiamo iniziare a assumere integratori per bocca ma più semplicemente possiamo iniziare a stare attenti a ciò che mangiamo!

Massaggi e attività fisica

In questo caso il massaggio anche fatto da sole rappresenta un sollievo piacevole, immediato e a costo zero da attuare ogni volta che possiamo. Se ci aiutiamo con un prodotto cosmetico specifico, magari freddo e con ingredienti che danno una sensazione rinfrescante, ci sentiremo subito meglio!

Un ottimo esercizio da mettere subito in pratica è quello di sollevare le gambe in verticale contro una parete, sdraiandosi sul pavimento, per circa un minuto, per poi massaggiare gli arti inferiori con un gel drenante, dal basso verso l’alto. Va applicata una leggera pressione insistendo particolarmente sui polpacci, ovvero dove c’è maggior ristagno di liquidi.

Altro esercizio, doloroso ma efficace è la pallina da tennis sotto la pianta del piede per almeno cinque minuti…fa male, molto male ma vi sgonfierà le gambe in modo sorprendente!

Una bella doccia..fredda

Un piccolo aiuto da mettere in pratica è quello di fare una bella doccia fredda, indirizzando il getto d’acqua fredda sulle nostre gambe gonfie. Non c’è bisogno che l’acqua sia ghiacciata, basta che sia a temperatura leggermente più bassa rispetto a quella che avete usato fino a un momento prima. Si tratta di un trucchetto che conoscono tutti ma che in pochi mettono in pratica, fatelo e starete subito meglio!

E i risultati ci sono?

I risultati ci sono, eccome! Tutti questi accorgimenti insieme daranno l’effetto desiderato, strarete sicuramente meglio e le vostre gambe saranno meno pesanti e le cavilgie più sgonfie. Certamente, non acrete la risoluzione del problema ma questa lo sapevate già!

In poche parole, l’approccio plurimo, costituito da dieta, integratori, esercizio fisico e massaggio coadiuvato da preparazioni cosmetiche e fitoterapiche danno ottimi risultati a patto che voi siate costanti nell’attuare tutte le partiche che abbiamo detto sopra.

Quando il problema gambe gonfie continua nonostante abbiate seguito tutto le regole

Quando però il problema si fa molto più insidioso, questi semplici rimedi non sono più sufficienti ed è necessario affidarsi ad un controllo più approfondito, eseguendo una visita angiologica o un ecodoppler al sistema venoso degli arti inferiori. Questo esame permette di valutare le funzionalità delle vene delle gambe, evidenziando incontinenza, presenza di trombi venosi superficiali e profondi o reflussi sanguigni. Se siete afflitti da questi disturbi non sottovalutate il problema e consultate un medico.

Un #saybiotrick per voi

Dopo la doccia e dopo avere usato acqua fredda sulle gambe, come sempre, spalmatevi una crema nutriente sulla pelle del corpo! Un’idea in più potrebbe essere quella di aggiungere alla vostra crema fluida ai profumi del Mediterraneo, molto nutriente e profumatissima di agrumi, qualche goccia di olio essenziale di rosmarino che facilita la circolazione e riduce il gonfiore alle gambe. In questo modo, avrete due benefici al posto di uno solo. Pelle nutrita e gambe sgonfie!

Photo by Anelya Okapova on Unsplash

Lascia un commento

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00