Pelle a trent’anni, minacce e abitudini sane

Le stagioni della vita sono spesso accompagnate da cambiamenti, alcuni belli, altri impegnativi e ogni stagione della vita può far nascere nuove esigenze sulla cura di sé. E’ giusto che la nostra routine di cura della pelle si modifichi con l’avanzare dell’età. Il cambiamento maggiore a parere mio si verifica proprio durante questo periodo. La pelle a trent’anni, minacce e abitudini sane vediamole insieme quale “minacce” incontra la pelle di una giovane donna di trent’anni.

Minaccia numero 1: rinnovo cellulare lento

La pelle si rinnova ogni 14 giorni, quando avevamo 14 anni ma piano piano ha preso a rinnovarsi sempre più lentamente i, fino a completare un intero ciclo di rigenerazione cellulare ogni 28-30 giorni. E’ evidente che si abbia un accumulo di cellule morte in superficie, che rendono il nostro aspetto opaco e ingrigito con pori ostruiti e brufoletti.

Minaccia numero 2: il collagene

Nel caso del collagene, invece, diminuisce la produzione, facendo collassare la pelle e esponendola al rischio delle rughe. Il processo è lento e progressivo, non succede improvvisamente a trent’anni ma capita che una mattina, guardandoci la pelle del viso, ci accorgiamo della formazione di una ruga profonda, mai vista prima….

Minaccia numero 3: l’iperpigmentazione

Quando parliamo di iperpigmentazione ci riferiamo alle macchie scure. Esse sono l’effetto di cicatrici da acne sbiadite, esposizione al sole, fluttuazioni ormonali a seguito di gravidanze, ma anche di secchezza causata da prodotti chimici aggressivi sulla pelle. Tutto ciò che provoca infiammazione nel derma provoca una risposta del sistema immunitario, che invia un segnale ai melanociti, ossia le cellule che producono la melanina. La principale causa dell’ iperpigmentazione è dovuta al danno UV, che causa macchie scure.

Minaccia numero 4: opacità

Ancora per merito del turnover cellulare che nella pelle di chi ha più di 30 anni tira il freno a mano, lasciando che le cellule si rinnovino meno velocemente. Questo accumulo di cellule morte impedisce non solo alla pelle di respirare, ostruendo i pori ma anche di riflettere la luce, motivo per cui non apparirà radiosa.

Anche l’inquinamento è una delle cause più frequenti di pelle opaca, perché contiene lo smog, piccole particelle solide e anidride solforosa, che sono anche in grado di innescare la produzione di radicali liberi e, di conseguenza, danneggiare il collagene. Ultima causa dell’opacità, ma non in ordine d’importanza, la durezza dell’acqua. Incredibile, vero?! Un’acqua particolarmente calcarea ha un residuo fisso e contiene metalli pesanti che alterano l’equilibrio della pelle, soprattutto quella più delicata, causando secchezza e opacità.

A trent’anni non c’è solo l’invecchiamento fisiologico

Capita che proprio negli stessi periodi in cui la pelle del nostro viso inizia a subire queste piccole trasformazione, le nostre vite subiscono cambiamenti ancora più grandi e importanti: l’arrivo dei figli ad esempio, stress sul lavoro o grandi sofferenze dovute alla perdita di qualche persona cara. Eh, i trent’anni sono davvero un momento cruciale per tanti di noi e soprattutto per noi donne. La nascita dei nostri figli, tanto per fare un esempio, la nostra gioia più grande, non c’èdubbio, ma ci impegnano molto e succhiano le nostre energie senza darci tempo di recuperare. Alla lunga, mancanza di ore di sonno, alimentazione “distratta” e assenza del “giusto” movimento, ci portano, insieme al fisiologico invecchiamento a un aspetto trasandato, spento e segnato dalle prime rughe.

La pelle a trent’anni, otto abitudini da sane

Ecco, alcune buone abitudini pe la pelle da adottare a trent’anni. Idratare, dormire, iniziare a usare il contorno occhi, leggere gli inci dei prodotti che stai per comprare, inizia dire di agli alfaidrossacidi e no al sole senza protezione solare, fai la Bella Addormentata, cambia la tua beauty routine con il cambio di stagione. Sembra una lista lunga ma iniziamo dalla prima..vedrai che è più facile di quanto pensi.

Idrata

Idratare va sempre bene. Quando scrivo idratare, intendo immettere più liquidi a base di acqua e non alcolici all’interno del nostro corpo. Acqua liscia, gassata, spremute, tisane, tea, frullati di frutta e verdura (Fate attenzione solo alle calorie se siete in restrizione calorica) ma non bevete bevande zuccherate. L’acqua è essenziale alla salute della nostra pelle, fa circolare i nutrienti in tutto il corpo, elimina le tossine e idrata le cellule della pelle. Si piò iniziare subito appena sveglie mattino bere un bicchierone di acqua è una buona regola.

Dormi su un cuscino “regale”

Fino a trent’anni non avevate mai sentito che se la pelle dorme distesa sul un cuscino di seta, la mattina dopo sarà pià bella?! ! Sì, è proprio così, dormire su un cuscino rivestito di seta o di raso permette di svegliarsi al mattino dopo con molte meno piccole rughe dovute alla pressione delle linee della federa sulla pelle del viso. Sicuramente, avrete meno rughe di quando dormirete su una semplice federa in cotone. Un piccolo investimento, non troppo costoso, ne bastano due,una sul cuscino e una di ricambio. Entrambi i materiali si lavano a mano con il detersivo per bucato a mano e si asciugano alla velocità della luce!

Inizia a usare il contorno occhi

Ecco, il momento è arrivato! E’ ora di iniziare a usare il contorno occhi, soprattutto la sera prima di andare a letto. La zona degli occhi è la prima a invecchiare a causa della mancanza di ghiandole sebacee e della pelle sottile che si trova in questa area. Applicare ogni sera una crema per gli occhi idratante o antietà sul bordo orbitale dell’occhio, è una buonissima idea per contrastare i segni del tempo e ancora di più, se avete, le occhiaie.

Vi do un consiglio? Contorno occhi Saybio un fluido fresco e di facile assorbimento per occhi stanchi e gonfi. Drena, calma, idrata e schiarisce. Ricco di estratti come caffeina, centella asiatica, acanto e vite rossa, rende la pelle distesa e favorisce il riassorbimento dei liquidi accumulati sotto l’occhio. L’acido ialuronico, olio di argan e di borragine assicurano un effetto idratante, antiossidante e antiage; mentre la niacinamide riesce a attenuare la colorazione scura intorno all’occhio.

Leggi gli inci

Se sei una fan di Saybio, sai già leggere gli inci. Se, invece, è la prima volta che ti trovi qui, è il momento giusto di iniziare leggere la lista degli ingredienti che si trova, per obbligo di legge, in tutte i cosmetici in vendita al pubblico. Si presenta in ordine quantitativo ossia dall’ingrediente più presente a quello meno presente in formula. Per capire, invece, gli ingredienti uno a uno, ci sono tante app, facili da scaricare e gratuite. Ci permettono di capire se si tratta di sostanze bio o meno e soprattutto se fanno o non fanno bene alla nostra pelle.

Per esempio, se continui a avere la pelle con brufoli anche a trent’anni, è il caso di rivedere i prodotti cosmetici che usi e anche il makeup. Evita gli ingredienti comedogenici (per approfondire, c’è un articolo in cui parlo proprio di ingredienti comedogenici e non). Questi includono: lanolina acetilata, butil stearato, carragenina, acetato di cetile, burro di cacao, olio vegetale idrogenato, ottil stearato, sodio lauril / laureth solfato e olio di soia, solo per citarne alcuni.

Usa gli AHA

Non credo di avere mai nascosto il mio amore per gli alfaidrossiacidi. Sì, li amo e è proprio a trent’anni che vi consigli di usarli sulla pelle. Gli alfa idrossiacidi sono meravigliosi da inserire nella routine per aiutare a esfoliare rapidamente le cellule morte. Con l’avanzare dell’età, la nostra pelle non elimina le cellule morte della pelle regolarmente come faceva nella nostra giovinezza. Gli AHA possono aiutare questo processo, rompendo i legami che tengono insieme le cellule ormai morte eliminandole. Sia che tu usi una mist con una piccola percentuale di alfa idrossiacidi o una maschera alcune volte a settimana, vedrai in poco tempo un miglioramento significativo. Renderà la tua pelle fresca, pulita e luminosa come non era da tempo!

Il mio consiglio non può che cadere sulla Bruma biattiva di Saybio, la meravigliosa mist che ho formulato con tanti estratti di piante fermentati che hanno la caratteristica di essere facilmente assorbibili otre che attivi, immediatamente. Grazie a una piccolissima percentuale di alfaidrassiacidi  dona luminosità, distende i tratti e chiude i pori. In poco tempo avrete una pelle rinnovata e molto molto luminosa!

Controlla i tempi di esposizione al sole

Non me la sento di dirvi di non esporvi al sole! Siamo Italiane, non aspettiamo altro che un po’ di bel tempo e temperature miti per godere della luce solare e di qualche puntatina al mare. Io vi consiglio di non rinunciare al mare a tutti i suoi effetti benefici non solo sulla pelle ma anche sulla nostra mente. Vi dico, però, di farlo “consapevolmente”. Gli errori del passato purtroppo si iniziano a ripagare proprio verso i trent’anni, proviamo a non perseverare! Iniziamo con la scelta di una crema solare da mettere come strato finale della nostra beauty routine, oltre a cappello e occhiali da sole. Infine, ricordiamoci che non basta spalmarla una volta al giorno, va applicata almeno ogni tre ore e abbondante se siete sulla spiaggia!

La Bella Addormentata

Non si chiama sonno di bellezza per niente! Durante il sonno, la circolazione sanguigna del nostro corpo viene stimolata, apportando sostanze nutritive e ossigeno alle cellule anche a quelle della pelle. Quando non dormiamo abbastanza, i livelli di cortisolo possono aumentare e la nostra pelle diventa infiammata e stressata. Occhi gonfi, carnagione ingrigita e pelle spenta di solito sono segni di sonno insufficiente. Otto ore è la quantità di sonno consigliata per gli adulti e ve lo raccomanda una che non dorme otto da tempo immemore!

Cambia routine a seconda della stagione

Ogni stagione controlla la tua skincare routine e cambia, se pensi che ci sia necessità. Quello che va bene per l’inverno non è detto che vada bene per l’estate e viceversa. L’ inverno può richiedere maschere più idratanti mentre l’estate richiede una maggiore copertura SPF e prodotti più leggeri per evitare l’effetto di pelle che suda la crema idratante appena applicata.

Quello che hai letto, vivilo come una opportunità e con spirito positivo!

Trent’anni sono una bellissima stagione della vita, in cui subirai trasformazioni che nella maggiore parte dei casi sono le migliori di tutta la vita. Trasforma lo stress in energia positiva e non lasciarti sfuggire tutte le opportunità che ti verranno proposte! Trent’anni è anche una meravigliosa opportunità per prestare la giusta attenzione alle esigenze e ai cambiamenti della nostra pelle e anche questo può rappresentare un piccolo step per amarci di più, trovando la strada della consapevolezza!

Photo credits: Austin Wade by Unsplash

Lascia un commento

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00